Politica e giornalismo a Casoria tra Ottocento e Novecento

Globalizzazione22

Gli antenati della stampa locale: sette testate, tra cui un Giornale di Casoria >>> Qualche anno fa, durante le mie ricerche, alla biblioteca nazionale di Firenze mi sono imbattuto in una singolare collezione di giornali editi a Casoria a cavallo tra Ottocento e Novecento. A quell’epoca Casoria era sede della Sottoprefettura e del tribunale civile, nonché capoluogo di un Circondario che comprendeva oltre venti comuni del Napoletano. Erano gli anni del dominio incontrastato dei Rocco di Torrepadula: Marco Rocco, deputato al parlamento per oltre vent’anni (1882-1904); ed il cugino omonimo Marco Rocco (di Giovanni), per due volte sindaco, e anche lui in parlamento per quasi un decennio. Con i loro interessi politici (e non solo), i Rocco diedero un impulso fondamentale anche all’attività giornalistica. A Casoria tra il 1886 e il 1913 si susseguirono infatti ben sette testate.

La prima fu Il dovere: corriere politico amministrativo industriale del circondario di Casoria, con periodicità non determinata, il cui primo numero uscì nel 1886. Seguì Il Cirillo: gazzettino settimanale del circondario di Casoria; il primo numero porta la data del 26 ottobre 1892, e si stampava a Grumo Nevano. Qualche anno dopo fu la volta de Il risveglio: giornale del circondario di Casoria, un quindicinale il cui primo numero uscì nel febbraio del 1895. Ai primi del Novecento uscì poi Il piccolo: politico, settimanale, commerciale, letterario: organo del circondario di Casoria; il primo numero porta la data del 14 ottobre 1906 e si stampava a Capodichino. Ad agosto del 1909 vide la luce anche il Giornale di Casoria, che uscì con periodicità indeterminata; a cui seguì poi come continuazione Il Circondario di Casoria: giornale settimanale politico amministrativo, uscito a ottobre del 1910. L’ultima testata di cui ho trovato notizia è La spina: giornale settimanale, politico, amministrativo del circondario di Casoria, stampato a Napoli, uscito il 9 giugno 1911 e sicuramente fino al 1913.

Si tratta di pubblicazioni periodiche, edite in formato quasi da moderno tabloid (poco più di 40 cm), che raccoglievano stralci di leggi e avvisi pubblici, comunicati ufficiali, ma anche interventi di attualità, recensioni, e persino qualche piccolo racconto. Si rivolgevano alla classe dirigente di Casoria e dintorni, ai tanti professionisti (avvocati, notai, medici, imprenditori) che costituivano la base elettorale del circondario. C’erano infatti interessi politici, alla base di questi giornali. Non è un caso, che gli ultimi numeri de La Spina conservati a Firenze siano del 1913: proprio a luglio di quell’anno Marco Rocco perse le elezioni nazionali, battuto dal medico frattese Angelo Pezzullo. Erano anni molto difficili, e la sconfitta del Rocco fu un avvenimento di rilevanza nazionale: Il Mattino scrisse che era caduto «uno dei pilastri del blocco di potere napoletano». Ma questa è un’altra storia: quella politica, un capitolo delle vicende casoriane che sarebbe interessantissimo ricostruire.

da «Il Giornale di Casoria» del 22 maggio 2011

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...