Casoria 1941-42: il card. Maglione, il futuro Paolo VI e i “semi” del Concilio

maglione_montini_1940

Cosa c’entra Casoria con il Concilio “Vaticano II”? Non è facile da spiegare, eppure il più importante percorso di riforma della Chiesa, legato ai nomi di Giovanni XXIII e di Paolo VI, ha un singolare legame  con la cittadina alle porte di Napoli. Casoriano era il cardinale Luigi Maglione (1877-1944), Segretario di Stato di Pio XII, che periodicamente tornava “al paese”, dove la sua casa era inevitabilmente crocevia di incontri informali con diplomatici e prelati; e negli anni 1941-42 fu ospite di Maglione anche mons. Giovan Battista Montini, all’epoca suo stretto collaboratore, come “sostituto per gli affari ordinari”. 

Il futuro Paolo VI avrebbe poi avuto un ruolo determinante nel proseguire il Concilio Vaticano II (aperto dal suo predecessore Giovanni XXIII) avviando più compiutamente quel percorso di “aperture”, che gli costarono anche accuse di eccessivo “modernismo” da parte delle ali più tradizionaliste e conservatici della Chiesa. Il punto, allora, è questo: Montini portò a compimento le spinte di una cultura nuova, di aperture, di cui era stato precursore l’amico Luigi Maglione (scomparso nel 1944, a soli 67 anni), e che maturarono proprio nella loro comune esperienza, sia diplomatica che umana.

Vissuto all’ombra di Pio XII, il card. Maglione fu il suo unico Segretario  di Stato (dopo la sua morte, il Papa decise eccezionalmente di non nominarne altri), e la sua personalità resta ancora scarsamente indagata. Rispetto a Papa Pacelli – il “principe di Dio” – fu certamente un uomo di segno completamente opposto: Maglione non proveniva dalla nobiltà, ma da una famiglia di benestanti contadini della provincia di Napoli. A guidarlo era stato inizialmente il fratello maggiore Domenico, parroco e vicesindaco di Casoria. A Roma ci arrivò perché Napoli era troppo provinciale, e al liceo arcivescovile volevano fargli ripetere gli esami. In Vaticano riuscì a farsi strada da solo, brillante negli studi (la prima laurea la prese in filosofia), e poi per le fini doti diplomatiche. Nel 1918, a quarant’anni, gli fu affidato il delicato compito di ricucire i rapporti con la Svizzera; e portato a segno l’obiettivo, fu inviato poi come Nunzio a Parigi nel 1926.

In Francia, Maglione respirò l’aria e la cultura di un dibattito civile e politico ben più vivace che nel resto d’Europa, variamente oppresso dai fascismi che avrebbero toccato l’apice di lì a poco nel Reich hitleriano. L’antipatia del cardinale per gli estremisti della “Action française” fu reciproca. Grandissima fu invece la sua curiosità intellettuale: tra le sue “carte” (ancora inedite) si trovano sorprendenti appunti sui primi studi del metodo “Ogino-Knaus”. Ma soprattutto, le copie con le dediche autografe di libri fondamentali, come la “Tecnica del colpo di stato” di Curzio Malaparte, e dei libri di Jacques Maritain, il filosofo dell’«umanesimo integrale», che Paolo VI avrebbe poi considerato il suo grande ispiratore (e che chiamò simbolicamente  a “chiudere” il Concilio Vaticano II).

*Da queste e da altre considerazioni (non ultima il ruolo, ancora tutto da inquadrare, di San Ludovico da Casoria nelle vicende politiche della seconda metà dell’800), si è tenuto il 10 dicembre 2015 presso la chiesa delle “Sacramentine” (presso la cui foresteria mons. Montini fu ospite) il seminario “Casoria e i semi del Concilio” (relatori i proff. Ludovico Silvestri, Giosuè De Rosa, Salvatore Maglione; coord. Giuseppe Pesce)  con il patrocinio e la partecipazione del prof. Carmine Matarazzo, direttore dell’Istituto di Scienze pastorali della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – Sez. “San Tommaso d’Aquino”, per provare ad individuare delle possibili “piste di studio” da sviluppare.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Cultura, Politica, storia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...