Archivi categoria: storia

L’inedito/ un cenno storico dell’ 800

Il 100esimo articolo di «Archivio Casoria» è dedicato ad un documento inedito della prima metà dell’800, il primo vero proprio “cenno storico di Casoria”, proveniente dalle “carte” dei Rocco di Torrepadula. In fondo all’articolo, troverete il link per visualizzare la pubblicazione in e-book sul sito web di ricerche academia.edu. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cultura, Politica, storia, Territorio

Ai primi del ‘600/ Costantino e Giannino tra i primi «Pii Operai»

colellis_monti

La biografia del venerabile Antonio De Colellis (1586-1654), fondatore insieme a Carlo Carafa dei «Pii Operai» ai primi del Seicento, raccoglie molte notizie su due religiosi casoriani che fecero parte del primo nucleo della congregazione, all’epoca della fondazione del convento di Santa Maria ai Monti ai Ponti Rossi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in religione, storia

Nel lontano medioevo/ Casamauri e la “selva maura”, nuovi documenti

selvamaura

Nella tradizione popolare, il toponimo Casamauri ha suggerito l’ipotesi che il nome di Casoria possa derivare da Casa Mauri, che letteralmente vuol dire “casa di Mauro”, e dunque che il santo protettore Mauro abbia dato il nome al paese. Tale ipotesi – in verità abbastanza ardita – si fondava finora su un unico documento conosciuto, del 1121, stilato ad Aversa; una nuova ricerca, tuttavia, ha rivelato l’esistenza di un altro documento, stavolta napoletano, datato 1010, e dunque antecedente di oltre un secolo. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in storia, Territorio

I Rocco/ Una famiglia di giuristi cattolici nella Napoli di metà ‘800

rocco

Si è presentato venerdì 15 aprile 2016, presso la chiesa madre del complesso cimiteriale di Casoria-Arzano-Casavatore (che ne ha promosso la pubblicazione) il saggio breve a cura di Giuseppe Pesce e Ludovico Silvestri I Rocco: Una famiglia di giuristi cattolici nella Napoli di metà ‘800, che ricostruisce l’inedita storia di un’intera generazione familiare di giuristi napoletani: i quattro fratelli Giovanni, Niccola, Gennaro e Giuseppe Rocco, che a metà dell’Ottocento diedero un contributo fondamentale alla storia del diritto, oltre i confini di Napoli e dell’Italia. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Cultura, Giustizia, Politica, storia, Territorio

Al Parlamento del 1861/ L’eclatante caso del primo deputato di Casoria

protocasoria.jpg

Il primo deputato di Casoria al primo Parlamento d’Italia fu Francesco Proto, uno dei personaggi più popolari della Napoli di metà ‘800. Meglio conosciuto col suo titolo di Duca di Maddaloni, Proto fu una delle più brillanti e controverse personalità del secolo. La sua singolarissima vicenda politica e letteraria – che ebbe risvolti nazionali ed europei – resta ancora il larga parte da riscoprire. Ma nel frattempo, può essere utile ripercorrere sinteticamente la sua breve, quanto eclatante, esperienza parlamentare come deputato di Casoria. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Politica, storia

Casoria 1941-42: il card. Maglione, il futuro Paolo VI e i “semi” del Concilio

maglione_montini_1940

Cosa c’entra Casoria con il Concilio “Vaticano II”? Non è facile da spiegare, eppure il più importante percorso di riforma della Chiesa, legato ai nomi di Giovanni XXIII e di Paolo VI, ha un singolare legame  con la cittadina alle porte di Napoli. Casoriano era il cardinale Luigi Maglione (1877-1944), Segretario di Stato di Pio XII, che periodicamente tornava “al paese”, dove la sua casa era inevitabilmente crocevia di incontri informali con diplomatici e prelati; e negli anni 1941-42 fu ospite di Maglione anche mons. Giovan Battista Montini, all’epoca suo stretto collaboratore, come “sostituto per gli affari ordinari”.  Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Cultura, Politica, storia

Tra ‘800 e ‘900/ Pasquale Ferrara, lo scrittore (dimenticato) per l’infanzia

pasquale_ferrara

Tra Ottocento e Novecento, ebbero un certo successo i libri di un autore casoriano, conosciuto in tutta Italia soprattutto per i suoi racconti per bambini. Si tratta del maestro elementare Pasquale Ferrara, classe 1863, che esordì al principio degli anni ’80, collaborando con le sue poesie a due noti settimanali napoletani dell’epoca: il Cola Capasso e Lo spassatiempo. Nel 1886 raccolse i suoi versi nei due volumetti Chiapparielle, edito a Napoli da Pierro, e Tele di ragno, uscito invece a Milano. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Cultura, storia